EFFETTO FISICO NELLA DIETERAPIA. VANTAGGIO PER LA SALUTE. VIVI 100 ANNI!

Lo stile di vita determina la nostra salute in misura maggiore. Il ventesimo secolo ha portato una moda per uno stile di vita sano, privo di dipendenze, stimolanti e una base di vasta conoscenza sulla salute. Oggi continuiamo in questo modo.

Il comportamento salutare determina la nostra salute. I comportamenti di salute più importanti che costituiscono un concetto di stile di vita includono:

  • Movimento,
  • Dieta
  • Fumo di tabacco: astinenza,
  • Consumo di alcol e altre droghe – astinenza

Attività fisica e il nostro corpo

Ogni persona richiede uno sforzo fisico sotto forma di esercizio sistematico. Un’attività fisica ottimale ha effetti benefici sulla salute, che sono stati ben documentati. È vero che non puoi mantenere una buona salute a lungo termine senza un regolare esercizio fisico.

Affinché la nostra attività fisica abbia un effetto positivo sulla salute e sulla forma fisica, deve essere abbinata in modo ottimale. La tempistica e l’intensità dell’esercizio pianificato dovrebbero essere adeguate all’età e alla forma fisica. È auspicabile che l’esercizio eseguito sia piacevole. Per ottenere i migliori risultati, l’esercizio dovrebbe essere svolto regolarmente per almeno 2-3 giorni, una settimana e preferibilmente ogni giorno.

I vantaggi dell’attività fisica:

  • Effetto benefico su tutti i sistemi del corpo, in particolare sui sistemi circolatorio, respiratorio, motore e nervoso.
  • Maggiore resistenza del corpo.
  • Migliore forma fisica.
  • Formazione delle capacità motorie umane di base, come forza, velocità, resistenza, flessibilità, forza, ecc., Oltre a una migliore coordinazione dei movimenti, equilibrio, migliore senso della direzione del movimento e posizionamento del corpo nello spazio.
  • Impatto sulla salute mentale umana: aumento della valutazione soggettiva del benessere, riduzione dell’ansia, riduzione della profondità della depressione, ecc.

Benefici per il corpo derivanti dall’attività fisica:

  • diminuzione del valore della pressione sanguigna,
  • ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari
  • ridurre il rischio di aterosclerosi
  • per mantenere i livelli di glucosio nel sangue entro l’intervallo consigliato,
  • un aumento della sensibilità all’insulina dei tessuti periferici (grasso, muscolo) (cioè, una diminuzione della resistenza all’insulina), a causa della quale i pazienti usano dosi più basse di insulina,
  • Riduzione del rischio di diabete di tipo 2
  • abbassando il livello di colesterolo cattivo LDL e trigliceridi nel sangue
  • aumentare la concentrazione di colesterolo buono HDL,
  • ridurre il rischio di iperinsulinemia
  • ridurre il rischio di iperglicemia
  • per facilitare la perdita di peso,
  • ridurre i sentimenti di stress, depressione e ansia
  • miglioramento della qualità del sonno,
  • ha un effetto positivo su muscoli, ossa e articolazioni.

Attività fisica e sistema cardiovascolare

Non c’è dubbio che l’attività fisica abbia un effetto benefico sul sistema cardiovascolare, direttamente o indirettamente, influenzando i processi di coagulazione dei carboidrati, dei grassi e del sangue. È stato notato che sotto l’influenza dello sforzo fisico, si verificano alcuni cambiamenti morfologici necessari nel sangue e un’attività fisica insufficiente provoca una diminuzione della quantità di sangue circolante nei vasi sanguigni e una diminuzione del numero di globuli rossi. La conseguenza di ciò è una diminuzione del contenuto di ossigeno nel corpo, che contribuisce a una diminuzione delle prestazioni fisiche, a un deterioramento del funzionamento del corpo umano e ad un aumento della sua suscettibilità alle malattie. Se le forme di esercizio selezionate vengono utilizzate regolarmente, il funzionamento del sistema circolatorio migliora (adattamento alla forma fisica) e la frequenza cardiaca a riposo rallenta. Per alcuni atleti professionisti, anche la cosiddetta bradicardia negli atleti, cioè una diminuzione della frequenza cardiaca a riposo inferiore a 60 battiti al minuto. È interessante notare, tuttavia, che questo tipo di bradicardia non ha alcun impatto negativo sulla salute umana.

Da un punto di vista biologico generale, questa è un’espressione dell ‘”economia” del lavoro del cuore, il cui ruolo nel mantenimento del sistema cardiovascolare fino alla tarda età è sempre più apprezzato.

L’esercizio fisico regolare riduce la probabilità di molte malattie cardiovascolari:

  • infarto e ictus
  • ipertensione,
  • cardiopatia ischemica,
  • vene varicose degli arti inferiori,
  • il verificarsi di malattie trombotiche
  • alti livelli di colesterolo LDL cattivo,
  • aterosclerosi coronarica, cerebrale e di altro tipo.

Riassumendo: ogni persona richiede uno sforzo fisico sotto forma di esercizio sistematico .

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *